follow me

My name is Sofia

My name is Sofia

Durante uno shooting credo sia la migliore occasione di fare due chiacchiere, si scambiano opinioni, punti di vista, idee e c’è anche il tempo per un paio di risate, la cosa interessante è lavorare in sintonia, sopratutto quando nel team c’è una visione comune, la pensa come me Sofia Provera, giovane design che da poco è entrata nel turbinio del mondo della moda, una ragazza apparentemente timida e riservata, ma solo dopo ho capito che era solo in fase “super concentrata” per il lavoro da portare a termine.
Tra un pò di lacca ed i cambi abiti, abbiamo avuto uno scambio idee sul percorso intrapreso, spesso si crede che nel mondo della moda bisogna essere dei pazzi visionari, creativi e con delle forti capacità di improvvisare… Bene, dimenticate tutto questo (in parte) ed aggiungete tanto studio, tecnica, tenacia, pazienza ed anche un pò di fortuna.
Con l’immaginazione ci siamo seduti un attimo ed ho fatto alcune domande a Sofia, magari possono servire per conoscerla meglio oppure semplicemente inspirare chi decide di intraprendere il cammino del mondo della moda
Sofia, da dove nasce la tua passione?
La passione per la moda mi è stata trasmessa dalla mia famiglia materna: mia madre aveva una sua linea, mia nonna e mia bisnonna ricamavano per passione, praticamente una questione di DNA
Dove prendi inspirazione per i tuoi lavori ?
L’ispirazione in generale parte molto dal tessuto, amo particolarmente pizzi pregiati e ricami fatti a mano, rigorosamente Made in Italy, appena ne trovo uno pieno d’anima lo scelgo e da li mi viene in mente il modello, è alchimia, infatti il processo creativo si svolge in maniera del tutto naturale, in passato ho provato a “forzare” alcune scelte, ma i risultati non mi hanno soddisfatta, per questo motivo riesco a lavorare solo quando ho in mano qualcosa che mi inspira al 100%
Di cosa non faresti mai a meno?
Lavorare con la bellezza
3 cose che ti fanno arrabbiare sul lavoro?
Sono molto paziente, comprensiva e per nulla permalosa, ma  c’è solo una cosa che mi fa arrabbiare: quando qualcuno dice “lo noti solo tu”
Il tuo motto
-Piedi per terra ma sogna in grande
-Semina e raccoglierai
Ne avrei anche un altro, ma è una specie di mantra segreto, magari te lo dico la prossima volta!
Domanda futuristica, tra 5 anni come ti vedi?
Ho 22 anni, il mio desiderio è di creare entro i 30 anni un’azienda ben strutturata, specializzata in Alta Moda su misura estremamente esclusiva, in oltre vorrei  riunire tutte le capacità delle artigiane made in Italy che si stanno perdendo.
Fin da subito mi rendo conto del progetto ambizioso ma questo nostro patrimonio culturale, umano e artistico è fondamentale e non dobbiamo perderlo, è nel nostro DNA.
Andiamo sul personale, 2 pregi e 2 difetti:
Pregi: credo in quello che faccio e ci metto anima e cuore
Difetti: Perfezionista, non voglio delegare (però mi rendo conto che lavorare in team è un’esperienza bellissima e che arricchisce davvero)